Processori e falle di sicurezza: quale protezione?

Processori e falle di sicurezza: quale protezione?
Livelli di vulnerabilità dei processori e precauzioni da prendere per un ambiente informatico sicuro

Le falle di sicurezza dei processori sono oggi un problema noto che espone a delle vulnerabilità milioni di processori nel mondo. In base alle caratteristiche della falla i processori possono essere esposti ad un livello di rischio diverso e ad una criticità variabile. La buona notizia è che il mondo dei software si sta muovendo per cercare di risolvere le vulnerabilità emerse e per far fronte a problematiche simili che potrebbero emergere con la scoperta di nuove falle.

Vediamo insieme quali sono le falle di sicurezza nei processori, quali problemi possono generare. Le principali falle, che possono causare problemi non solo ai computer ma anche agli smartphone e ad altri dispositivi sono due: Meltdown e Spectre.

Meltdown, la falla di sicurezza dei processori Intel x86

La falla Meltdown interessa i processori Intel x86. La sua risoluzione, già messa a punto, consiste nel cambiare il processore o nell’applicare una pacth risolutiva che però rallenta le prestazioni della CPU. Dalla casa madre fanno sapere che il rallentamento sarà impercettibile per gli utenti.

Spectre, la falla dei processori creati dal 1995 in poi

Spectre è una seconda falla di sicurezza, riscontrata in miliardi di processori, ovvero in tutti quelli costruiti dal 1995 ad oggi. La falla è stata causata da un avanzamento nella performance di velocità dei processori che non ha però tenuto conto del livello di sicurezza. Specrte è stata riscontrata nei processori Intel, AMD, ARM, etc. L’aumento di velocità ha fatto sì che Spectre non si possa risolvere con un’unica patch, ma allo stesso tempo lo sfruttamento della vulnerabilità non è così semplice per Spectre come per Meltdown.

Processori e falle di sicurezza: quale futuro?

La scoperta di falle di sicurezza nei processori ha reso evidente la necessità di ripensare il modo in cui vengono generate le CPU. Questo significa uno stravolgimento del mercato che necessita di tempi lunghi perchè richiede una fase di riprogettazione, e una fase di test sulle vulnerabilità. Nel frattempo occorre trovare una soluzione pratica per tutti i processori che potrebbero essere esposti alle vulnerabilità. Per questo noi di Alphateam riteniamo sia fondamentale informarsi ed in formare gli utenti su queste nuove criticità. Consigliamo fortemente di intervenire con urgenza onde evitare disagi maggiori: basti pensare ai processori di un ospedale per immaginare l’entità del danno. Vi invitiamo a contattarci per prenotare un incontro con un esperto che valuterà a secondo dei casi e spiegherà come fare per creare un ambiente informatico protetto e sicuro.